venerdì 21 ottobre 2011

La vicenda ArtAttack

Il 10 ottobre del 2011 si sono aperte le votazioni per la nomina ad amministratore del wikipediano ArtAttack.

Non abbiamo ancora avuto il tempo di verificare le qualità del suddetto (ma invitiamo i nostri Wikitrapper a riferirci notizie su questo utente) però abbiamo scoperto che alle 20:01 del 5 ottobre 2011 trafficava nientemeno che sulla pagina di commenti dedicata allo "sciopero" di Wikipedia, che in quel momento era ancora oscurata.


Quella pagina è stata aperta agli utenti soltanto alle 20:15 per cui è un dato di fatto che ArtAttack fosse in grado di modificare le voci al contrario di tutti gli altri utenti ed è un fatto che si trovasse a editare proprio nella pagina creata da chi aveva deciso di oscurare Wikipedia.
A farla breve, ArtAttack era tra i pochi eletti che avevano accesso a Wikipedia durante l'oscuramento.

Da utente eletto ad amministratore eletto il passo è breve, infatti alle ore 20:31 del 10 ottobre sono state aperte le votazioni per eleggere ArtAttack al ruolo di amministratore e nel giro di pochi minuti hanno cominciato ad arrivare decine di voti favorevoli, gran parte dei quali amministratori di Wikipedia.

Di solito una presa di posizione così netta da parte degli amministratori è sinonimo di un'elezione rapida e indolore ma questa volta le cose hanno preso una piega differente.
Ben 29 utenti (al momento in cui scriviamo) hanno votato contro.
I voti favorevoli sono stati 71 ma dato che è richiesta una maggioranza qualificata (l'80% dei voti espressi) il colpo di mano degli amministratori rischia di fallire.

E cosa succede?
Anziché prendere atto del fatto che un significativo numero di utenti non condivide la nomina di ArtAttack ad amministratore, si scatena una vera e propria campagna intimidatoria nei confronti degli utenti che hanno espresso voto contrario, al punto che l'utente DCGIURSUN invita a rispettare l'opinione di tutti:

"[...] l'importante è però che non vengano sistematicamente "fatte le pulci" a chi motiva contro, che a questo punto sarà semmai restio ad intervenire. Rispettiamo sempre le contrastanti motivazioni. Ognuno sarà così libero anche di pesare la maggiore o minore fondatezza delle diverse opinioni pro e contra."

Ma a questo punto interviene Pequod76, un amministratore che ha avuto un ruolo chiave nell'oscuramento di Wikipedia (vedi la nostra Perla sull'argomento) che rivolge all'incauto DcCGIURSUN un commento davvero sconcertante:


"Tutto il contrario, la tua mi sembra una variante della legge bavaglio."

Avete letto bene. Secondo l'amministratore Pequod76, rispettare chi - in una votazione democratica - esprime un voto e un'opinione contraria rispetto a quella voluta dalla "casta", è un equivalente della "legge bavaglio", cioè di quella legge contro cui un ristretto gruppo di amministratori (tra i quali lo stesso Pequod) ha preso la decisione di oscurare Wikipedia per tre giorni!

E allora è inutile nascondersi dietro un dito o proporre spiegazioni ipocrite come quelle avanzate dall'amministratore Sandrobt a commento della nostra WikiPerla precedente.

Il commento di Pequot76 è indice di un profondo intento autoritativo e della negazione di qualsiasi legittimo dissenso, e ci fornisce ulteriore conferma del fatto che l'oscuramento di Wikipedia (adottato proprio con lo stesso metodo) è stato deciso al fine di preservare non la libertà e la neutralità dell'enciclopedia bensì l'incondizionato potere di cui gode una casta di amministratori e utenti (la cosiddetta "cricca") illiberali e antidemocratici.

Nella pagina di discussione annessa alla votazione gli utenti che hanno espresso voto contrario vengono attaccati direttamente da Pequod76, uno per uno.

Ed ecco che spunta la proposta indecente: qualcuno parla di rivedere il sistema di votazione, allo scopo di limitare i diritti di voto degli utenti o addirittura di abolire la conta dei voti per sostituirla con il sistema del "buon senso" (ossia un sistema in cui sono gli amministratori a interpretare e decidere l'esito di una consultazione).

"Comunque vada a finire questa votazione (modalità che, si sa, risulta "dannosa"), mi pare di tutta evidenza che occorra ripensare ad un sistema di elezione alternativo: non si può andare avanti così. --Sanremofilo 14:31, 15 ott 2011".

"Bisogna cambiare le regole o si riesce a gestire la questione col caro vecchio buonsenso? --Vito (Vituzzu) 22:35, 16 ott 2011".

"Non mi sembra corretto esercitare il diritto al voto se non si è più parte della comunità attiva [...] --AndreaFox 23:05, 16 ott 2011".

La faccenda ricorda da vicino quanto accaduto per le cancellazioni e la scelta delle voci da tenere in vetrina. Dopo aver preso sacrosante batoste in alcune votazioni, la cricca di turno cambiò i regolamenti e sostituì le votazioni con il "consenso". Dato che alla fine della giostra è quasi sempre qualcuno della "cricca" a decidere qual è il consenso, gli utenti dissenzienti furono nuovamente zittiti anche quando erano la maggioranza.

Nella vicenda ArtAttack emergono i vari sistemi con cui certi amministratori come Pequod76 o Vituzzu cercano di sminuire il valore delle opinioni contrarie:
- un utente che non contribuisce spesso, non è attendibile;
- un utente che non è auto-convalidato (cioè che non si è registrato con un indirizzo email) o auto-verificato (ossia non sottoposto a determinati controlli) non è attendibile;
- un utente appena iscritto, non è attendibile...

Questo è a dir poco assurdo. I fruitori di Wikipedia sono innanzitutto i suoi lettori, per cui dovrebbe essere consentito perfino ai semplici lettori (utenti non registrati) di esprimere la loro opinione su come dovrebbe essere Wikipedia e su chi dovrebbe amministrarla.
Anche un utente non registrato, quindi, ha tutto il diritto di esprimere la sua opinione.

Al contrario, si sta arrivando al punto che saranno gli stessi amministratori a scegliere chi deve diventare (o restare) amministratore!
Come a dire che il Capo del Governo decide chi dovrà essere il prossimo Capo del Governo, senza passare attraverso il Parlamento e le elezioni!

Persino Pigr8, un utente che è stato nelle grazie della "cricca", non riesce a sopportare oltre la situazione e sbotta:

"Perfetto, quindi possiamo tenerci admin che si fanno vivi a semestri alterni senza alcun probbblema, ma gli utenti che non editano a cottimo e "non sono neanche autoverificati" non devono neanche votare? Ma che bello scenario! Quindi "gli admin contano di più"? E quando lo abbiamo stabilito? In una delle solite discussioni extra wiki magari fatte in mailing list? Mi fa piacere che si scoprano questi interessanti altarini sulle dinamiche wikipediane, così capiamo bene come questo progetto sia diventato o sia nelle intenzioni di qualcuno farlo diventare una bella oligarchia, con voti che pesano più di altri e teste che pensano più di altre... Da parte mia assicuro il più ampio contrasto a questa logica dittatoriale e a chiunque ne sia fautore, e sarò contento quando vedrò questi personaggi finire a Piazzale Loreto, ne più ne meno il posto che meritano. E poi facciamo la protesta contro il DDL antiintercettazioni che potrebbe imbavagliarci? --Pigr8 ...libertà è partecipazione! 19:26, 15 ott 2011 (CEST)".

Pigr8 ha detto esattamente quello che abbiamo detto noi nella nostra WikiPerla precedente.
Discussioni nascoste nelle mailing list, oligarchia, logica dittatoriale.
Sono parole pesanti, perché Pigr8 è un utente già segnalato da Perle Complottiste per la sua vicinanza alla cricca degli amministratori Vituzzu e Montesacro.
Se perfino lui arriva a proporre una critica così feroce, vuol dire che il marcio ormai sta diventando incontenibile.
Il riferimento agli amministratori che compaiono a semestri alterni, infatti, è proprio (anche) a Montesacro, ben noto per sparire e riapparire giusto in tempo per le riconferme ad amministratore.

L'accorata ribellione di Pigr8 gli costa una severa punizione. Gli viene inflitto un blocco (ban) temporaneo, per il suo riferimento a Piazzale Loreto.



Sicuramente la frase di Pigr8 è stata infelice... di fatto ha dato del "fascista" a chi proponeva un sistema di consenso... fascista!

Ma allora, cosa dovrebbe meritare Pequod76 per aver pubblicamente disconosciuto qualsiasi rispetto nei confronti del dissenso (chiamandolo "legge bavaglio")?
Non è forse questo un comportamento fascista?
Questo è il comportamento che andava punito, non certo la frase di Pigr8 che l'ha stigmatizzato!

E sì che questo Pequod76 è un wikipediano estremamente viscido, peggio di un serpente a sonagli.
Pensate che sulla talk di Pigr8 scrive per manifestargli la sua "solidarietà":


"Caro Pigr8, ricevi anche la mia solidarietà."

Contemporaneamente, nella pagina di "punizione", scrive peste e corna contro Pigr8:


"!L'utente Pigr8 deve finirla una volta per tutte di danneggiare il progetto reiterando fino allo stremo la sua dietrologia sulla cricca. [...]
Questa volta Pigr8 ha passato il segno e il progetto deve difendersi, deve dare un chiaro segno che questo atteggiamento non è tollerabile [...]."

Come si può notare, Pequod76 non è certo preoccupato per il fatto che Pigr8 ha citato Piazzale Loreto, ma per le sue accuse alla "cricca".
"Il progetto deve difendersi...". Siamo sicuri? E' il progetto che deve difendersi, o è piuttosto la cricca a doverlo fare?



Precisazione sulla "cricca".

Sulla base dell'esperienza accumulata con il lavoro sulle Wikiperle di Perle Complottiste, la nostra opinione è che non esista "la cricca", ma che esistano numerose cricche su Wikipedia, ciascuna con qualche amministratore e un gruppetto di fedelissimi che si occupano di specifici argomenti. In determinate circostanze, appartenenti a diverse cricche possono agire di concerto, come un'unica cricca.

26 commenti:

  1. Stavo pensando, potrebbe essere fattibile segnalare questi comportamenti diciamo autoritari alla wikipedia.org ? Dopotutto se la .it è gestita male la figura dei cioccolatai la fanno anche loro.

    Io arrivo da anni sui newsgroup, e anche lì la gestione era piuttosto "autoritaria", anche perchè il sistema di votazione dei nuovi gruppi si prestava abbastanza a imbrogli vari. Ma tutti gli utenti avevano voce in capitolo, anche quelli contrari.

    Comunque, come si potrebbe fare? Se chi è contrario viene bannato come si può sperare di "imporre" un voto cotrario?

    RispondiElimina
  2. Innanzitutto precisiamo che non succede che chi è contrario venga automaticamente bannato. Spesso però viene "puntato" e provocato, e al primo errore...
    Fatta questa premessa, veniamo al dunque.
    La cricca di turno esercita il suo potere approfittando del fatto che solo un numero ristretto di wikipediani partecipa alle votazioni e alla formazione del consenso.
    Non a caso fioccano i tentativi di modificare i regolamenti per restringere ulteriormente gli aventi diritti al voto.
    Non a caso i voti contrari vengono aggrediti e spulciati (quello è un dormiente, quest'altro è una new entry, ecc...) dimenticando che anche il semplice lettore ha diritto di esprimere le sue opinioni.
    Ovviamente sui voti favorevoli non vanno a vedere da dove provengano: quelli vanno sempre bene.

    Tenuto conto che scrivere a wikipedia.org non serve a nulla perché questo tipo di segnalazione riceve scarsa attenzione, il vero strumento a disposizione degli utenti è la partecipazione.

    Più utenti partecipano alle votazioni e agli altri momenti di vita di Wikipedia, più è difficile per i criccaroli assicurarsi le maggioranze necessarie.

    Per questo noi puntiamo - attraverso i nostri articoli, con le nostre iniziative esterne e con l'aiuto dei Wikitrapper - ad aumentare significativamente il numero di wikipediani consapevoli di quanto accade.

    Non è importante imporre un voto contrario. Quello che conta è che a ogni votazione partecipi un gran numero di votanti.
    Più sono, più è difficile per chiunque (sia i favorevoli che i contrari) imporre il proprio volere.

    RispondiElimina
  3. Già le premesse sono completamente sbagliate: la pagina di discussione sullo sciopero è stata sbloccata alle 19.50, come si può verificare dalla cronologia della blacklist. Il dato delle 20.15 non so da dove tu l'abbia preso, forse dal mio commento in cima a quella pagina, ma quel commento è posteriore all'apertura e l'ho aggiunto là solo perché mi sembrava utile mettere in cima un invito ad essere costruttivi. Inoltre, guardare la cronologia ti accorgerai che ben 13 utenti non amministratori sono intervenuti prima del mio messaggio. Oltretutto è tecnicamente infattibile permettere ad utenti non amministratori di modificare pagine protette totalmente (e mi stupisce davvero che conoscendo un minimo il funzionamento di Wikipedia si possa pensare il contrario).

    Altre cose poi sono profondamente inaccurate e tra queste spicca l'affermazione sulla vicinanza di Pigr8 a Vituzzu: basta seguire qualche discussione comunitaria a caso per accorgersi che semmai è vero il contrario. Non riesco proprio ad immaginare come ti sia potuto fare una tale idea così lontana dalla realtà.

    Il punto della frase di Pig8 che io trovo non accettabile è nella frase "Da parte mia assicuro il più ampio contrasto a questa logica dittatoriale e a chiunque ne sia fautore, e sarò contento quando vedrò questi personaggi finire a Piazzale Loreto, ne più ne meno il posto che meritano" e credo si possa essere d'accordo che un intervento del genere non sia appropriato in una discussione civile e costruttiva. Il blocco è stato dato per quella frase, non per altro.

    Infine (ma altre cose da dire ce ne sarebbero a volontà), la polemica sul sistema di elezione degli amministratori viene fuori ogni volta che spunta un voto di un'utenza dormiente (e capita relativamente spesso). Nel caso in questione il voto era di un'utenza che dopo 2 anni di assenza è tornata per votare e poi è risparita; la proposta di Vito (e altri) era quindi di aggiungere come requisito per votare l'aver fatto almeno 50 edit negli ultimi 6 mesi (o qualcosa del genere. Questa misura servirebbe a evitare il problema delle utenze dormienti (che spesso nascondono sockpuppet o campagne elettorali); ovviamente si può essere d'accordo o meno, ma in ogni caso non mi sembra una proposta scandalosa e d'altra parte su Metawiki fanno così. L'altra proposta (di Koji e forse altri) è quella di introdurre una fase consensuale, un po' come recentemente fatto per le procedure di cancellazione (che imho funzionano molto meglio col nuovo sistema). Anche qua la proposta era già stata fatta varie volte in passato e andrebbe incontro a varie linee guida di Wikipedia che invitano a seguire il consenso e non le votazioni; inoltre, il sistema consensuale mi pare sia quello usato da en.wiki e dalle principali altre versioni linguistiche di wikipedia. Anche in questo caso si può essere d'accordo o no alla proposta (io personalmente sono più per il no), però non è affatto scandalosa né nuova. L'interpretazione di tutti questi fatti come modo per fare in modo che Artattack venga eletto è ovviamente sbagliata (come detto, discussioni di quel genere vengono fuori regolarmente, anche lontano da votazioni di alcun tipo) e immagino te ne sia convinto per via degli edit di Artattack a pagine che credevi erroneamente essere bloccate.

    Ringraziando per lo spazio concessomi ancora una volta, vi saluto.
    Sandrobt

    RispondiElimina
  4. E' davvero singolare che voi facciate delle affermazioni, poi quando vengono contestate dici che le premesse sono sbagliatte. Hai scritto tu: "Ora questa pagina è aperta a tutti gli utenti autoconvalidati" e l'hai scritto alle 20:15.
    I link sono nell'articolo, gli shot pure.
    Prendiamo atto che invece la pagina era aperta già da qualche minuto. Ma questo non cambia nulla. ArtAttack era lì, in quei minuti.
    Se vuoi sostenere che fosse una coincidenza e non era lì perché coinvolto nei processi decisionali che si stavano tenendo su Wiki, prendiamo atto anche di questo.

    Su tutto il resto, il consenso funziona quando si rispettano le opinioni di tutti. Su Wiki si mettono in discussione anche i voti.
    Utenze dormienti?
    E degli amministratori dormienti che si svegliano dopo sei mesi non dite nulla?
    Dei voti dei dormienti che vanno a favore di ciò che proponete non dite nulla?

    Il fatto è che quando le elezioni hanno il risultato voluto, tutto va bene.
    Quando il risultato è diverso, vi mettete a tavolino per studiare modifiche regolamentari che vi consentano di ottenere il risultato voluto.

    E' questo è profondamente ingiusto, è la trasposizione delle "leggi ad personam" tanto contestate nella nostra realtà politica.

    Se Wikipedia è libera, consentendo l'accesso a lettori, utenti non registrati, utenti registrati e utenti autoconvalidati, non si vede la ragione di impedire a tutta questa gente di esprimere il proprio voto e la propria opinione su un progetto che appartiene anche a loro e che sicuramente è destinato a essere utilizzato anche da loro.

    Invece qua mi pare che gli amministratori si sono fatti eleggere dagli utenti (senza badare se fossero dormienti o meno) e una volta eletti vogliono costruire sistemi di regole con cui gestire da sè le nuove elezioni e le riconferme, sopprimendo il dissenso, come avete fatto recentemente con l'utente Presbite, al quale avete inflitto un blocco di ben sette giorni per aver osato inserire un avviso di voce non neutrale che invece andava inserito.

    Il discorso è semplice, Sandrobt: le opinioni contrarie vanno rispettate. I voti contrari vanno rispettati, anche se provenienti da utenti dormienti. Che evidentemente non dormono, ma seguono Wiki, la leggono e vogliono esprimere la propria opinione quando vedono qualcosa che non gli sta bene.

    RispondiElimina
  5. E aggiungo.
    Tra i critici e contrari alla nomina di ArtAttack, vi sono varie voci qualificatissime sotto ogni punto di vista, comprese quelle di amministratori come Eumolpa, recentemente eletta con un vero e proprio plebiscito (115 voti favorevoli e nessuno contrario).
    Quindi il dissenso a ArtAttack è un dissenso che ha delle ragioni, evidentemente condivise da un numero significativo di utenti.

    Qualunque persona in buona fede capirebbe che evidentemente questo giro non è quello buono per ArtAttack, non c'è sufficiente consenso, invece voi state studiando il sistema per aggirare il problema (che non è quello di eleggere un amministratore valido, bensì quello di eleggere l'amministratore che avete deciso di eleggere).

    RispondiElimina
  6. Invito gli utenti di wikiperle a non precipitarsi a votare contro. Non siamo qui per influenzare nulla, uno dei pilastri di wikipedia di non danneggiarla per sostenere una propria opinione. ArtAttack è il primo che pur di sostenere la propria opinione danneggia wikipedia e noi dimostreremo che siamo meglio di lui e dei suoi compagni di merende. Se volete votare, fatelo secondo coscienza e soprattutto motivate adeguatamente il vostro voto.

    RispondiElimina
  7. credo che vi sia un refuso sulla prima data, dovrebbe essere 2011?

    RispondiElimina
  8. Infatti c'era un refuso! Corretto, grazie! ;-)

    RispondiElimina
  9. L'elezione inizia il 10 ottobre 2011 alle 20.31 e termina il 24 ottobre 2011 alle 20.31.
    Trombato! Per fortuna questo utente dai comportamenti fascisti e infantili (nelle discussioni sembra sentirlo dire: si fa come dico io perché lo dico io, se no chiamo la mamma pequod76 che con i suoi super poteri da amministratore ti blocca) non è stato eletto amministratore. Ora la cricca cercherà di cambiare le regole. Ho già letto una proposta e alcuni commenti scandalizzati da quest'ennesimo tentativo di colpo di mano. Se continuassero davvero con il loro proposito, sarebbe la prova provata che gli attuali amministratori vogliono essere più uguali degli altri.

    RispondiElimina
  10. hai sbagliato la definizione di autoverificato

    RispondiElimina
  11. Ma non potevano lasciarla oscurata per sempre la wiki.it?
    CI sarebbe stato anche un motivo in piu' per i ragazzotti nostrani per imparare l'inglese.

    RispondiElimina
  12. @ Baobab, abbiamo corretto il refuso.

    RispondiElimina
  13. Fatemi capire come funziona Wikipedia, nella versione italiana. Due o tre tizi si uniscono in chat e decidono di oscurare wikipedia basandosi su informazioni parziali e non corrette.
    Quando c'è da nominare un amministratore si mettono d'accordo si fanno le votazioni e se la persona scelta da loro non viene eletta decidono quale voto vale e quale no, per esempio se un utente si è appena registrato o se partecipa con una frequenza a detta loro non sufficiente non può votare o è un voto che vale meno di altri. Poi se vengono criticati, i "dissidenti" vengono bannati, o attaccati violentemente e accusati di violare i principi di democrazia...
    Ma scusate wikipedia non era libera e collaborativa e senza distinzioni formali tra chi collabora col progetto?
    Alla fine credo proprio di pensarla come eSSSe.

    RispondiElimina
  14. Quando c'è da nominare un amministratore si mettono d'accordo [...] se vengono criticati, i "dissidenti" vengono bannati, o attaccati violentemente...

    Sì, abfio, stiamo riscontrando diversi di questi casi... oltre qualsiasi previsione.

    RispondiElimina
  15. Vi ho mandato una e-mail con una wikiboiata: ce ne sono tante, ma c'è da fare un bel lavoro per raccogliere tutti gli screenshot

    RispondiElimina
  16. Massimo, non c'è ragione di avvisarci qui se mandi una mail. Leggiamo tutto e rispondiamo sempre! ;-)

    RispondiElimina
  17. se posso permettermi un appunto, comunque, siete anche voi delle persone poco obiettive. fate vedere solamente dove non funziona. può capitare che alcune voci siano trascurate un pochino, ma quelle più importanti vengono monitorate e corrette in tempi brevissimi. provate a guardare la cronologia di gianna michaels nel portale pornografia.
    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gianna_Michaels&diff=prev&oldid=29669613
    per correggere un atto vandalico e linguaggio scorretto, per esempio, meno di un minuto.
    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gianna_Michaels&diff=next&oldid=29669624
    quattro minuti per correggere questo altro atto vandalico della stessa persona.
    ma non solo contro gli atti vandalici
    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gianna_Michaels&diff=next&oldid=39265954
    solo undici minuti per correggere il peso e per eliminare un pericoloso pov...

    RispondiElimina
  18. Mi permetto di rispondere a tripponzio anche se non sono un redattore del sito, ma un semplice lettore. Nessuno ha detto che wikipedia non abbia molti e validi contributori e io senza falsa modestia mi ritengo uno di quelli. Il problema è quando con grande disonestà intellettuale si lasciano volontariamente dei palesi POV sfruttando il proprio ruolo di amministratore. Oppure quando rimangono per mesi strafalcioni enormi su pagine importanti (guarda il blog perle complottiste) perché gli amministratori sono impegnati nelle loro battaglie ideologiche. Altra cosa pessima il tentativo di instaurare una specie di pseudo-democrazia in cui qualcuno è più uguale degli altri, come in questo caso in cui a tutti i costi si voleva far diventare amministratore un certo utente, contro la volontà della comunità, e la risposta rabbiosa di alcuni amministratori (oltre ad andare a far le pulci a chi osava votare contro) è stata la proposta di cambiare le regole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strafalcioni su pagine importanti: sarà importante la pagina di Otzi, ovvero l'uomo del Similaun, la mummia dei ghiacci etc?
      Eppure da anni ormai la pagina italiana di wikipedia pubblica una balla sesquipedale dovuta ad un marchiano errore di traduzione dal tedesco.
      La notizia è la presunta omosessualità dell'uomo dell'età del rame, provata, secondo l'enciclopedia, dalla presenza di sperma nella sua cavità anale. In realtà il bollettino in tedesco che fu rilasciato dagli studiosi di Innsbruck parlava di "semi" trovato nel suo intestino.
      Un equivoco che però ha colpito molto la fantasia dei redattori dell'enciclopedia libera, che ha distanza ormai di anni non si sono ancora accorti dell'errore.
      Naturalmente l'edizione italiana è l'unica, almeno tra le maggiori, a riportare il falso scoop.
      In compenso non fa neanche un accenno alla pubblicazione del suo intero dna, avvenutala scorsa primavera. Un avvenimento scientifico importantissimo, ma evidentemente non per Wikipedia italiana.
      Ma apprendo ora che i curatori del progetto sono impegnati in altre e più impellenti discussioni: auguri!

      Elimina
  19. Certo, anche i Pokemon sono perfetti su Wikipedia.
    Scherzi a parte, Tripponzio, qua non parliamo proprio di voci.
    O meglio, se ne parlerà anche, ma lo scopo di Wikiperle non è certo quello di mettere in discussione tutto il buono che c'è su Wikipedia nè l'operato attento e laborioso di tanti bravi contributori.

    Quello che vogliamo segnalare è la pericolosa deriva autoritativa che consente a determinati individui di reprimere le manifestazioni di dissenso anche quando esse sono del tutto legittime e corrette.

    Il caso di ArtAttack è emblematico di una situazione in cui una parte della comunità è evidentemente in disaccordo con la sua elezione ad amministratore, ma anzichè accettare questo dissenso si è scelto di valutare modifiche regolamentari al sistema di voto che consentano di renderlo inoffensivo per il futuro.

    Ciò apre la strada a un futuro in cui saranno di fatto solo gli amministratori a gestire le proprie riconferme e le nuove nomine, dividendo i contributori di Wikipedia in due classi sociali: una minoranza che gestisce il potere e una maggioranza che può contribuire solo nella misura in cui non interferisce sul volere di quella minoranza.

    A qualcuno può star bene, a noi no.

    RispondiElimina
  20. ehm... immagino che il commento di Tripponzio contenga una buona dose di ironia!
    oppure ritenete davvero che la voce dedicata a Gianna Michaels sia una delle più importanti di Wikipedia? ;-)

    RispondiElimina
  21. Sì, abbiamo avuto modo di conoscere Tripponzio "in altra sede" e sappiamo che stava facendo ironia, infatti abbiamo parlato anche noi di Pokemon.
    Però qualcuno poteva fraintendere il senso del suo commento (come lo ha frainteso Lipschitz) per cui abbiamo pensato che fosse il caso di ribadire il nostro punto di vista. :-)

    RispondiElimina
  22. Touché :-)
    Avevo proprio frainteso, scusate. Non conoscendo tripponzio, ma conoscendo molti talebani di wikipedia, pensavo fosse un commento serio. D'altronde se leggiamo le argomentazioni di sandrobt (e lui non sta scherzando) non sono molto diverse.

    RispondiElimina
  23. chiedo scusa, se avete frainteso. avevo dimenticato di mettere la tag [sarcasmo][/sarcasmo]...
    scherzi a parte, quello che volevo mostrare è come certe voci riescano ad essere curate in maniera esemplare e certe altre vengano lasciate "indecenti", come appunto alcune segnalate da perle. viene da domandarsi come mai: è per l'importanza delle voci (e non credo, nonostante gianna abbia un che di "interessante") o per qualche altro motivo?
    la cosa divertente è che ho cazzeggiato un paio di volte su wikipedia a tempo perso. una volta, guardando chi era nato un certo giorno mi sono imbattuto nel mafioso spacciato per condottiero italiano (voce in quello stato da due anni se non ricordo male, rivisitata con alcune correzioni di carattere meramente formale). un'altra volta ho visto questo portale pornografia e ho cliccato una voce a caso e, preso dalla curiosità, ho provato a guardare quanto e come viene curata una simile voce, trovandomi davanti ad una cura e un'attenzione davvero enciclopedica...

    RispondiElimina
  24. Esatto, il loro obiettivo è rendere il dissenso emerso "inoffensivo". Blackcat, uno degli utenti che da sempre fa pressioni per una chiusura autoritaria (gli rode il fatto di non essere stato eletto nonostante sia tra i beniamini della cricca) ha scritto:

    "Il principio "una testa un voto" qui non deve valere, purtroppo vale. Ergo il voto è un'arma da disinnescare al più presto, onde togliere potere di veto motivato da ragioni extra wikipediane".

    http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Wikipedia:Amministratori/Elezioni/ArtAttack&diff=44180687&oldid=44178776

    Mentre Sanremofilo, un altro che a suo tempo non fu eletto malgrado era appoggiato dai soliti noti, ha addirittura scritto:

    "Trovo a dir poco singolare che un utente che viene appoggiato da qualcosa come 32 sysop (!) senza nessun contrario, rischi di non essere eletto per il voto di una quindicina di utenti, 6 dei quali (tra cui tu) non sono neppure autoverificati, e comunque in genere senza un'attività e/o partecipazione comunitaria assidua"

    e poi:

    "Ritengo naturale che "gli admin contano di più", anzi, occorre precisare che "il parere degli admin conta di più" "

    Tutta la discussione (che poi è quella in cui Pigr8 ha sbroccato) si trova qui

    http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_Wikipedia:Amministratori/Elezioni/ArtAttack#Commenti_al_voto_di_Ediedi

    come vedete è stata prontamente cassettata...

    Pensate che questo Sanremofilo è uno di quelli che sta insistendo per cambiare le regole in senso "consensuale"... possiamo ben immaginare cosa ne verrà fuori.

    Fossi in voi pubblicherei nel post queste perle qui, magari al posto della frase di un buon utente come AndreaFox, che non ha nessuna velleità criccarola (essendo stato scartato come candidato admin dagli stessi che ora piagnucolano per il "povero" ArtAttack)

    RispondiElimina
  25. Riceviamo da un WikiTrapper e volentieri pubblichiamo:

    La discussione sulla modifica dei requisiti di voto per gli utenti sta prendendo una piega assurda. Il bello è che non si rendono conto che proprio quella discussione taglierebbe definitivamente la proposta di una votazione basata sul "consenso" per ammettere un utente a funzione di admin. http://it.wikipedia.org/wiki/Discussioni_Wikipedia:Amministratori#Tirando_le_fila P.S.

    RispondiElimina

NB! Tutti i messaggi sono sottoposti a moderazione: quelli giudicati non idonei verranno eliminati senza alcun avviso né risposta.

Non è necessario frazionare lunghi commenti in più parti per limiti di testo, ma ti chiediamo di essere il più sintetico possibile. Grazie della collaborazione.

Ricorda che puoi utilizzare soltanto i seguenti tag HTML: <b> o <strong>, <i> o <em> e <a>.