mercoledì 28 dicembre 2011

Montesacro si deflagga e su Wikipedia è guerra

Piero Montesacro si è dimesso da amministratore di Wikipedia, seguendo a ruota il cumpariello Pequod76, Vito/Vituzzu si è beccato un blocco (poi revocato... e poi ripristinato) e su Wikipedia scoppia la paura del complotto, tutto nel giro di poche ore.

Che sta succedendo all'enciclopedia libera?

Niente di preoccupante: è soltanto una fase isterica dalla quale emergono le prove evidenti che tutto quello che abbiamo scritto sinora è vero.

Ma per capire bene cos'è successo e cosa potrebbe succedere, è necessario fare un passo indietro e ricostruire i momenti salienti della vicenda.

Il 5 dicembre 2011 Piero Montesacro (che fa parte di un gruppetto di utenti e amministratori legati da una specie di patto di "mutuo sostegno e soccorso", che per semplicità indicheremo come Wikimafia) è andato in riconferma annuale, una procedura quasi automatica perché la riconferma degli amministratori è tacita, a meno che una quindicina di utenti si oppongano adducendo una valida motivazione contro la riconferma.

Come è accaduto già nella passata "edizione", anche questa volta la riconferma tacita non è andata in porto, poiché il numero di contrari è arrivato a quota 15 e si è passati così alla votazione.

Nella votazione precedente Montesacro raccolse 28 voti contrari e ben 107 favorevoli (per superare la verifica occorre una maggioranza dei 2/3).
Anche allora assistemmo all'entrata in azione della Wikimafia, con intimidazioni e pressioni su chi votava contro (e spintarelle a votare a favore) esercitate dallo stesso Montesacro e dai suoi cumparielli, tra i quali spiccava Vito/Vituzzu. Quest'ultimo fu così metodico nell'attaccare i contrari da provocare uno sbotto di Avemundi:

"Capisco solo che stai difendendo Piero Montesacro, dedicando un commento ad ogni voto contrario. Avrai le tue ragioni (e non le ho capite), ma fossi stato in te avrei evitato il multicommento. Se si aprirà la votazione, voterai per la riconferma e se saremo convinti dalle tue motivazioni cambieremo volentieri opinione. Fino ad allora i nostri rilievi possono servire a una riflessione del "maggior Piero" (Inf., II), ma non contano nulla. AVEMVNDI (DIC) 10:49, 21 dic 2010 (CET)".

Non mancarono le incursioni nelle talk e nelle chat, né le punizioni a chi aveva osato votare contro l'intoccabile Montesacro. Abbiamo visto la fine di Neperiano, provocato ed espulso all'infinito da Wikipedia.

Già da quel precedente si imponeva una considerazione logica e pacifica.
Piero Montesacro si è dimostrato un amministratore con punti di vista molto discutibili.
Infatti è complottista, è antiamericano, ha un debole per i terroristi corsi, si è dedicato al presidio di alcune voci storiche pertinenti al periodo fascista dove ha tenuto una condotta che è apparsa più votata a negare i crimini e gli abusi dei partigiani "rossi" piuttosto che a garantire la correttezza storica dei testi. Inoltre ha giocato con le regole, concedendosi lunghi periodi di assenza per poi rientrare pochi giorni o addirittura poche ore prima dello scadere dei sei mesi di inattività (oltre i quali è previsto il deflag automatico, ossia la perdita dei "poteri" di amministratore). Ha giocato anche con le fonti e le citazioni selezionando solo quelle che gli tornavano comode per sostenere il proprio punto di vista o i propri fini (compreso quello di denigrare il soggetto di una biografia) senza riguardo al contesto da cui erano tratte né a quello in cui le inseriva. Chi ha contestato i suoi metodi è stato provocato, insultato e minacciato, direttamente o per opera dei cumparielli di Montesacro prontamente intervenuti, e spesso è stato bloccato (espulso) o indotto ad abbandonare Wikipedia.

E' inevitabile che nel corso del tempo Montesacro abbia lasciato in giro un bel po' di sassolini nelle scarpe di molti utenti, e dato che non è mai stato diffidato o punito per i suoi abusi (la storia di Wikipedia insegna che le segnalazioni contro un amministratore tendono a chiudersi con la punizione del... segnalante, al punto che la sezione dedicata alla segnalazione di amministratori problematici è stata soppressa il 18 dicembre 2011) è del tutto naturale che quello della riconferma è l'unico momento in cui gli utenti possono togliersi i famosi sassolini e restituirli al mittente.

Questo è puntualmente avvenuto al nuovo appuntamento con la riconferma e questa volta il numero di contrari è lievitato fino a raggiungere quota 49 quando mancavano ancora alcuni giorni alla chiusura della procedura, mentre i favorevoli erano fermi a quota 92, quindi insufficienti a raggiungere il quorum di 2/3 necessario a superare la riconferma.

Anche questa volta la Wikimafia si era mossa con i soliti metodi, mettendo in campo una vera e propria squadra di picchiatori: oltre al Montesacro, contro i dissidenti si sono spesi anche Pequod76, Sergio BlackCat e l'immancabile Vituzzu.
Stavolta, però, non è stato sufficiente. Un po' perché qualcuno ormai ne aveva le scatole piene dei comportamenti di Montesacro e della Wikimafia, un po' perché qualcun altro ha avuto il coraggio di esprimere il proprio dissenso, un po' perché la presenza di Wikiperle ha giocato un ruolo di sostegno morale e di documentazione delle malefatte dei cumparielli, le votazioni si sono trasformate in un vero e proprio coro di sfiducia nei confronti dell'amministratore giunto alla sua quinta riconferma.
Non solo: le motivazioni e i commenti dei voti contrari (ma perfino di qualche voto favorevole e degli astenuti) hanno messo chiaramente in evidenza gli abusi consumati da Montesacro e dalla Wikimafia, probabilmente provocando notevole imbarazzo all'onorabilità di "Wiki Nostra".

E proprio come abbiamo visto in alcuni classici film di mafia, dove il cumpare scomodo viene invitato a suicidarsi per il bene della "famiglia" (ricordate il personaggio di Frank Pentangeli ne "Il Padrino II"?) ecco che nella talk di Montesacro appariva un sinistro messaggio di cumpare Fantasma, il 19 dicembre, quando ormai appariva chiaro che ogni giorno di votazione in più metteva allo scoperto altri stracci sporchi:

"Riflessioni.

E' un po' che non ci incrociamo direttamente, e sappiamo perché. Oggi credo di doverti (e spero poterti) parlare con estrema franchezza, per sgradevole che sia ciò che ritengo di doverti chiedere. Immagino che tu già lo sappia, e che per tuo conto sia giunto, con la tua lucidità di admin che conosciamo entrambi, alle stesse conclusioni. Non si vedono molte altre strade. Per cui effettivamente non c'è bisogno che lo dica e che debba lasciar scritto qualcosa che diminuisca il valore di una tua scelta autonoma.
In questi casi di solito si ringrazia per il passato, e certamente te ne ringrazio, ma so che stiamo guardando avanti, quindi il ringraziamento è per il futuro. Sincero. --Fantasma (msg - 111.004) 10:35, 19 dic 2011 (CET)".

Gente. Vito Corleone al confronto è uno scippatore di vecchiette.
E Piero Montesacro, da buon cumpariello fedele e probabilmente dopo essersi consultato con la "cupola", ha obbedito: alle 02:02 (ora UTC) del 21 dicembre 2011 si è dimesso da amministratore, richiedendo il "deflag" direttamente sulla pagina di servizio inglese gestita da Wikimedia.

Perché diciamo che c'è stata consultazione con la cupola? Perchè appena 8 minuti prima si era dimesso anche l'altro cumpariello, Pequod76, come potete leggere allo stesso link che abbiamo riportato.
Per buona misura, questo è lo shot (a sinistra le dimissioni di Pequod76, a destra quelle di Montesacro):

Vi rendete conto di quanto sia sconcertante l'accaduto?
In fin dei conti, Montesacro stava semplicemente "perdendo" una votazione di riconferma.
E che sarà mai? Non è mica morto nessuno.
Cosa ci dovrebbe essere di così trascendentale nel fatto che un amministratore perda la fiducia di un certo numero di utenti? E poi non era lo stesso Montesacro a vantarsi di poter stare lontano da Wikipedia?

Il problema, chiaramente, è altro: la vicenda Montesacro stava creando grossi problemi alla Wikimafia e la sua "sconfitta" sarebbe stata una sconfitta della cupola. L'unico modo per limitare i danni era quello di ritirarsi.
Ma signori... possiamo capire una cosa simile nella vita reale. Lo abbiamo appena visto con Berlusconi che si è dimesso quando ha capito che in Parlamento non aveva più la maggioranza necessaria a garantirsi la fiducia... ma qui parliamo di Wikipedia! Parliamo di un'enciclopedia online da arricchire su base volontaria seguendo regole semplici.
Evidentemente per queste persone Wikipedia è qualcosa di ben diverso, con logiche di potere e intrecci che sottendono alla gestione di voci sensibili (cose del genere non capitano certamente tra utenti e amministratori che si occupano delle voci sui Pokemon o sugli asteroidi...).

Ma leggiamo la motivazione con cui Montesacro ha chiesto il deflag (motivazione che non era necessaria, anzi è consuetudine evitarla perché in quella sede non sono consentite repliche e commenti):

"Following an indefatigable libelous "campaign" pushed ahead for years against me as an admin (I served as such for five years) and an user on itwiki, I am here to ask for my deflag. The campaing has involved, among others, "anonymous" blogs posing as "independent improvers" of Wikipedia (sic!) and counted even on an article by a newspaper, citing almost verbatim the formers. For the sake of the Project, I have always ignored, and have never reacted, to such campaign, being reconfirmed four times in a row as sysop (by about 80% of voters each year). During the last year, however, users of "thematic projects" on "war" (and the like) on it.wiki (counting also on the pivotal involvement of users previously blocked - or warned - on en.wiki as pov pushers, but left quite free to act on itwiki), have enthusiastically joined the campaign, which is currently very active. As result, the it.wiki community is quite divided about my adminship, and during the current, yearly scheduled vote to reconfirm my status, more than 33% is calling for my deflag, at least to "remove" - removing me - a "pretext" to perform external attacks against the whole Project. At this point, I see no other option than asking myself for my immediate deflag as the best I can do for preserving my honour and my Home Project. Thank you for your continued support to Wikimedia Projects. --Piero Montesacro 02:02, 21 December 2011 (UTC)".

Traduciamo:

"A seguito di una incessante "campagna" calunniosa, portata avanti per anni contro di me come amministratore (ho servito in questo ruolo per cinque anni) e utente su itwiki, sono qui per chiedere il mio deflag. La campagna ha coinvolto, tra gli altri, anonimi blog che si definiscono "miglioratori indipendenti" di Wikipedia (sic!) e ha potuto contare perfino su un articolo di un quotidiano, che cita quasi alla lettera quei blog. Per il bene del Progetto ho sempre ignorato e non ho mai reagito a tale campagna, venendo riconfermato per quattro volte consecutive come sysop (con circa l'80% di voti a favore). Nell'ultimo anno, tuttavia, gli utenti di "progetti tematici" sulla "guerra" (e simili) su it.wiki (contando anche sul determinante coinvolgimento di utenti precedentemente bloccati - o diffidati - su en.wiki come portatori di pov, ma lasciati liberi di agire sulla itwiki), hanno aderito con entusiasmo alla campagna, che è attualmente molto attiva. Come risultato, la comunità di it.wiki si è significativamente divisa sulla mia adminship, e durante l'attuale votazione annuale prevista per riconfermare il mio status, oltre il 33% chiede il mio deflag, quanto meno per "rimuovere" - rimuovendo me - un "pretesto" per portare attacchi esterni contro l'intero Progetto. A questo punto, non vedo altra scelta che chiedere io stesso il mio deflag immediato come la miglior cosa da fare per preservare il mio onore e il mio Progetto Locale. Grazie per il vostro continuo supporto ai progetti Wikimedia."

Questa motivazione è vergognosa, e ancora una volta evidenzia la vera natura dell'amministratore Piero Montesacro: bugiardo, arrogante, infido, scaltro (alla faccia dei buoni propositi annunciati anche durante quest'ultima votazione, chiari specchietti per allodole).

Vediamo perché.
  • Ha detto che la votazione era "scheduled", cioè prevista, programmata. Non è così, si trattava di una riconferma tacita che invece è diventata votazione (ed è la seconda volta consecutiva) visto che un numero di utenti sufficiente a raggiungere il quorum ha espresso il suo dissenso motivato alla riconferma. Con un ghirigoro verbale Montesacro ha evitato di precisarlo. E' lo stesso tipo di sottigliezza che ha usato per sbilanciare molte voci sensibili insinuando il proprio punto di vista personale.
  • Ha scaricato tutte le proprie colpe su una fantomatica "campagna" esterna (ovvero noi) e su utenti in malafede, come se lui fosse un povero Gesù Cristo crocifisso per tutto il bene che ha elargito.
  • Ha insinuato che il suo deflag è necessario per proteggere il Progetto da attacchi esterni. Ma quando mai Wikipedia si è preoccupata delle critiche ricevute dall'esterno? Fino all'altro giorno su Wikipedia hanno scritto che i nostri blog sono spazzatura e che siamo a caccia di click (e sì che non abbiamo nessun banner pubblicitario e non pubblichiamo nemmeno i dati di accesso alle nostre pagine...) e tutto a un tratto siamo diventati addirittura una minaccia per Wikipedia? Ci scappa da ridere...
  • Ha sottolineato che siamo anonimi... ma noi siamo un blog libero, abbiamo diritto all'anonimato (che è il sale di Internet). Che dire piuttosto di Piero Montesacro che è... un nome falso? Lui, che amministra un bene di pubblica informazione come Wikipedia, è anonimo. Per non parlare del fatto che gli amministratori di Wikipedia ci tengono tantissimo all'anonimato, come evidenziato in questa discussione.
  • Chi sarebbero gli utenti cacciati dalla en.wiki e lasciati liberi di trollare sulla it.wiki? Si tratta di un'accusa molto grave, e dalle verifiche che abbiamo effettuato è priva di qualsiasi fondamento. Del resto, abbiamo già visto come proprio Montesacro e i suoi cumparielli abbiano bloccato e cacciato - con vari pretesti - gli utenti che non condividevano le loro opinioni, è davvero inverosimile che abbiano permesso a qualcuno di trollare liberamente.

Persa la carica di amministratore, sulle talk (pagine di discussione) personali di Montesacro e Pequod76 si è assistita a una processione di messaggi di cordoglio, manco fosse morto qualcuno.
E che sarà mai la carica di amministratore? Non avevano sempre detto che si tratta solo di una funzione tecnica (anzi, ne parlavano come di una seccatura, quasi un martirio) e che un amministratore resta comunque un utente come tutti gli altri? Allora avevamo ragione noi, quando scrivevamo che le funzioni di amministratore sono troppo spesso abusate per imporre il proprio punto di vista nelle voci e nelle discussioni e per mettere alla porta gli utenti che la pensano diversamente.

E' risultato subito evidente che la Wikimafia stava mettendo in moto un meccanismo ben preciso, finalizzato a proteggere se stessa dal giudizio degli utenti di Wikipedia.
Il meccanismo è semplice: fare di Montesacro una vittima, colpito da un complotto orchestrato dall'esterno. E con questa scusa eliminare il dissenso, ovvero punire e cacciare tutti i potenziali dissidenti.

Con un pretesto o l'altro, poche ore dopo la fine della procedura di riconferma di Montesacro (interrotta per le dimissioni) già la scure si abbatteva su alcuni utenti che avevano votato contro.
L'amministratore Sannita (altro cumpariello di Montesacro) ha infatti comminato un blocco temporaneo a Theirrulez, Bonty, Cesco77, per "attacchi personali":


Nella circostanza, però, Sannita bloccava anche il cumpariello Vituzzu. Non poteva fare diversamente, perché Vituzzu era intervenuto - con un pesante attacco personale - proprio nella stessa discussione che Sannita aveva utilizzato come pretesto per punire i tre dissidenti.
A dirla tutta, avrebbe dovuto punire anche il sysop Abisys, pure lui intervenuto con questo commento:

"Sono appena rientrato da un viaggio di lavoro e mi sembra veramente incredibile quanto successo e poi ancora leggere commenti come quelli di Theirrulez, Cesco e Bonty qui sopra comunque bisogna prenderne atto di questa situazione ed evitare che situazioni come queste possano riaccadere. Ovviamente è necessario verificare con cura se ci sono stati coordinamenti esterni a WP ed eventualmente procedere di conseguenza con le eventuali relative utenze problematiche. --Abisys (msg) 13:00, 21 dic 2011 (CET)".

Ma ad Abisys - non si capisce perché - veniva concessa la "grazia".
Sannita aveva già dovuto punire un cumpariello a fronte di tre dissidenti, punire anche un altro cumpariello come Abisys era troppo.
Ma come fare a salvare Abisys?
Semplice: sfruttando i suoi poteri di amministratore, Abisys prontamente cancellava il proprio commento.
Di solito quando un commento viene cancellato, resta visibile in cronologia, ma Abisys ha fatto di più: ha reso il suo commento del tutto invisibile. Ecco l'azione da amministratore con cui ha nascosto il suo commento:


Poi però è successo che qualcuno si è accorto della manovra di Abisys che ha dovuto annullare la cancellazione del commento (almeno in cronologia). Fortuna che qualcuno vigilava, se no la manovra sarebbe passata inosservata. A propria difesa, Abisys ha sostenuto che quel commento era stato inserito per errore. Sarà vero? Sta di fatto che Abisys ha scampato il blocco e aveva nascosto un commento, operazione molto irregolare. E questo dimostra che la Wikimafia, quando vuole, può perfino "truccare" la cronologia.
Un potere preoccupante, che i wikipediani chiamano Oversight e che recentemente è stato acquisito anche da Vituzzu in occasione della sua nomina a steward.
E Vituzzu se ne fa anche vanto:


Insomma, la Wikimafia ha pieni poteri, visto che gente come Abisys - che è un check user (e quindi può controllare i log di accesso a Wikipedia) - e Vituzzu (che è uno steward con poteri ancora superiori) possono cambiare le carte in tavola in qualsiasi momento, fanno uso di questa facoltà a proprio piacimento (come ha fatto Abisys per evitare il blocco) e se ne fanno vanto.
Facciamo bene, noi, a memorizzare gli shot e le copie di ciò che riscontriamo, prima che qualcuno faccia sparire o cambi le cronologie.

Ma torniamo a noi, perché la telenovela non è finita.
Abisys aveva scampato il blocco, ma restava da sistemare la faccenda del blocco di Vituzzu.
Un cumpariello bloccato non era una cosa buona per la "famiglia", ed ecco che interveniva Musaz a sbloccare Vituzzu:


C'è dimostrazione migliore dell'esistenza della Wikimafia e dell'intoccabilità di certi amministratori?
Ma la Wikimafia perde colpi: la manovra di Musaz (gravissima, perché aveva revocato senza consenso il blocco inflitto da un altro amministratore) spingeva un altro amministratore, Ripepette, a sbloccare anche gli altri utenti ma a quel punto interveniva ancora un altro amministratore, Brownout, che ripristinava il blocco a Vituzzu e agli altri:


Un principio di guerra tra amministratori, insomma.
Un fatto molto grave che però evidenzia che alcuni amministratori non intendono sottostare alla Wikimafia (quanto meno speriamo sia così... altrimenti dovremmo pensare a una... guerra tra clan!).

E intanto Abisys ha bloccato un altro dissidente, Petrik Schlek:


Alla fine tutti i blocchi sono stati rimossi o sono scaduti, ma resta il fatto che subito dopo le dimissioni di Montesacro si è aperta una caccia alle streghe e ben quattro utenti che gli avevano votato contro si sono ritrovati bloccati con una scusa o con l'altra. Nella retata è finito anche Vituzzu (una specie di fuoco amico) a soccorso del quale è intervenuto Musaz che però è stato contrattaccato da Ripepette a sua volta azzerato da Brownout... un vero caos!

E poi Montesacro sostiene che il pericolo per Wikipedia italiana sarebbero gli "attacchi esterni"? Con tutti i casini che combinano gli amministratori, anche tra di loro?

Intanto, però, la Wikimafia è ben intenzionata a prendersi la sua vendetta e il compito, a quanto pare, è stato affidato proprio ad Abisys che ha spiegato le sue intenzioni nella talk di M7, un altro amministratore:


"[...] Sono stato via 8 giorni e mi sono subito visto una richiesta di informazioni per capire il caso PM. Indubbiamente le preoccupazioni sono molte quindi non intendo rispondere a provocazioni esterne come quelle di Pigr8 qui sopra che forse cerca di tirarmi dentro per poi poter dire che non sono imparziale e quindi non posso esprimere una valutazione neutra. Faccio passare le feste per non rovinarmele con questi mal di pancia poi inizierò a fare i CU che via email mi sono stati tra l'altro sollecitati sia da pro che da contro PM. Verificherò anche le motivazioni addotte e dovrò disturbare alcuni in talk perché da una prima lettura mi sembra che alcune affermazioni, tra l'altro infondate a mio avviso (lo dico subito), abbiano toni e linguaggi troppo diversi da quelli normalmente utilizzati normalmente da quegli utenti tanto da farmi pensare ad una regia comune. Spero ovviamente di sbagliarmi ma questa situazione mi preoccupa e da quanto vedo non preoccupa solo me. Mi sembra che alcuni utenti (2?) abbiano utilizzato il progetto guerra in modo improprio pur impegnandosi molto in esso e abbiano un po' forzato la mano coinvolgendo altri utenti che si sentono un po' sotto la loro protezione (vedi ad esempio interventi qui sopra). Altri utenti di progetti esterni come l'ambito di storia contemporanea hanno poi trovato una sponda nel progetto guerra e così potrebbero essersi create delle situazioni in cui l'alterazione di consenso è inevitabile se non altro per difendere un campanilismo interno. [...]"

Dunque, Abisys vuole verificare i log di Wikipedia per accertare se c'è stata alterazione del consenso durante la votazione per la riconferma di Montesacro e questo rientrerebbe nei suoi poteri (usiamo il condizionale per una ragione che precisiamo più avanti). Ma lui va oltre, parla di motivazioni infondate (e già questo evidenzia che Abisys fa il tifo per Montesacro) e addirittura di utenti che avrebbero utilizzato "toni e linguaggi" diversi da quelli "normalmente utilizzati" agendo sotto una "regia comune".
Insomma, è la teoria del complotto, strumento ideale per un bel repulisti, proprio lo stesso chiesto da Fantasma (vedi Wikiperla precedente) per tutelare la "parte sana" di Wikipedia (ovverosia la Wikimafia...).

Notate come tutti i conti tornino e il mosaico prenda forma. Fantasma aveva proposto l'idea del repulisti, poi ha "consigliato" Montesacro di dimettersi, Montesacro si è dimesso adombrando di essere stato vittima di un complotto e adesso arriva Abisys con il compito di scoprire il complotto e cacciare la "parte malata". Il cerchio si chiude.

Qualcuno ha (giustamente) contestato ad Abisys che il tipo di accertamento che si accinge a fare non rientra tra i suoi poteri e viola la privacy (di qui il precedente uso del condizionale: un conto è verificare se un utente abbia usato doppie utenze, altro conto è quello di indagare sui suoi contatti con altri utenti e sull'uso di un linguaggio insolito).
Abisys ha risposto infliggendo un "cartellino giallo" (una specie di ammonizione che precede il blocco) e commentando (grassetti nostri) in questo modo:


"Siamo sotto Natale, sai benissimo che ho tre figli che hai conosciuto, e negli ultimi due giorni ho ricevuto due telefonate dicendomi che avrei dovuto rispondere a tue accuse nei miei confronti senza che nemmeno tu mi abbia contattato nella mia talk e scusa ma avrei preferito non essere attivo per dedicare più spazio alla mia famiglia. Come ho scritto nella talk di M/ sto effettuando una serie di verifiche per capire cosa sta accadendo su it.wiki in quanto la situazione può essere molto seria visto che il progetto potrebbe essere messo sotto scacco da veti e accuse incrociate. Devo fare un CU che richiede 5460 confronti diversi su oltre 200.000 edit e ho bisogno di capire perché alcuni utenti hanno agito in un determinato modo. I tuoi interventi sembrano mirati ad impedirmi di effettuare questo lavoro quindi o mi lasci lavorare o sono costretto a bloccarti fino a quando non avrò terminato (ci vorranno almeno 15-20 giorni). Ti ho pure già detto che se ritieni il mio lavoro illegittimo puoi rivolgerti alla Ombudsman commission e che per questa attività riferirò solo a loro anche perché, se il progetto andrà sotto scacco, ad esempio la nomina dei CU spetterà a loro come avviene su en dove le singole correnti bloccherebbero con veti incrociati la nomina di utenti con oltre 80% dei consensi. --Abisys (msg) 18:38, 25 dic 2011 (CET)".

5640 confronti su 200.000 edit? Altro che violazione della privacy! Si noti anche l'evidente intimidazione contro Pigr8.
Infatti Abisys, ben lungi dall'operare una verifica a 360 gradi (ci sono molte anomalie nei voti favorevoli a Montesacro piuttosto che in quelli contrari!) sta intimidendo, bloccando e investigando gli utenti che hanno votato contro Montesacro.
La prova del nove della malafede di Abisys viene da un suo intervento nella talk di Petrik (grassetti nostri), dopo avergli inflitto un blocco:


"Ciao Petrik Schleck, mi dispiace doverti bloccare ma però non ho altra scelta altrimenti è un continuo abusare di interpretazioni arbitrarie delle regole:
Un CU, come è stato più volte ribadito può fare i controlli che ritiene opportuni e ne rende conto solo agli altri CU (altrimenti il log sarebbe visibile a tutti).
Tutte le operazioni di voto di una certa importanza se hanno esiti senza maggioranze schiaccianti devono essere verificati.
Le votazioni che riguardano gli admin sono le votazioni più importanti che abbiamo.
Il controllo in merito sulla riconferma di PM mi è stato richiesto da più utenti in forma privata proprio per non creare inutili tensioni e cito (non me ne vogliano) Superchilum e Utente:Presbite.
Io non ho attaccato proprio nessuno, sono semplicemente amareggiato da questo continuo stillicidio di richieste di intervento contro di me.
La figura dell'avvocato su WP non esiste quindi non ha senso che se si fa un appunto ad un utente ne risponda un altro etc.
Sono stato un po' prolisso ma almeno spero di aver chiarito come stanno le cose anche per altri utenti. --Abisys (msg) 21:28, 25 dic 2011 (CET)".

Abisys sta chiaramente mentendo e distorcendo le regole.
Infatti si ritiene legittimato a fare i suoi controlli inquisitori (con relativo contorno di minacce, intimidazioni e blocchi a senso unico) perché - dice - la votazione ha avuto esito senza una maggioranza schiacciante.
Ma questo è assolutamente falso. La votazione non ha avuto alcun esito perché Montesacro si è dimesso prima che terminasse!
In quel momento avevano votato 92 favorevoli e 49 contrari (più 4 astenuti), quindi c'era una maggioranza schiacciante a favore, e tuttavia insufficiente a raggiungere il quorum dei 2/3 richiesto dalle regole.
Nella riconferma precedente c'erano stati 107 favorevoli e 28 contrari (più 15 astenuti).
Alla fine si nota che questa volta sono intervenuti un totale di 145 utenti, la volta precedente erano stati 150: praticamente la partecipazione è stata numericamente la stessa, ma il dissenso verso Montesacro è cresciuto.
Cosa c'è di tanto strano?
Perché Abisys si rifiuta di accettare una normale manifestazione di dissenso nei confronti di un amministratore che ha commesso una marea di abusi nel corso della sua "carriera"?
Perché Abisys non ha indagato sui voti favorevoli, tra i quali compaiono utenti che ormai contribuiscono a Wikipedia solo per votare e tra i quali si registrano motivazioni del tutto illogiche e incoerenti con il voto espresso?

E' assurdo che Abisys parli di una "regia comune" contro Montesacro quando esistono (e le abbiamo mostrate) prove evidenti che se una regia c'è, è quella di Vituzzu, Montesacro, Pequod76, Fantasma e cumparielli vari.

La risposta non può essere che una sola: Abisys sta con i cumparielli, sta con quella "parte sana" che deve eliminare i dissenzienti per garantire alla Wikimafia di continuare ad agire indisturbata.
Comunque vadano le cose, questa vicenda sta mettendo a nudo la natura, i metodi e la struttura della Wikimafia e per molti utenti e amministratori si avvicina il momento in cui dovranno operare una scelta: schierarsi con la Wikimafia e legare il proprio nome agli abusi e alle ingiustizie da essa consumate, o fare una scelta di dignità e di valori morali.

25 commenti:

  1. «A decorrere dal 18/12/2011 anche le segnalazioni di problematicità degli amministratori vanno fatte in utenze problematiche»

    RispondiElimina
  2. Queste sono le conseguenze di un morboso attaccamento al ruolo di admin da parte di alcuni personaggi...

    "le votazioni per gli admin sono troppo importanti" (cit. Abisys)

    RispondiElimina
  3. La burocrazia di wikipedia fa paura...

    RispondiElimina
  4. Abisys ha chiesto una riconferma anticipata del suo ruolo di CU, il problema è che molti utenti non si accorgono che questa "fiducia" è in realtà una richiesta di avere le mani libere per procedere con i controlli a tappeto. Infatti, e qui lo dico e lo confermo, a mio avviso la richiesta di Abisys è un abuso di pagina di servizio. Sta chiedendo la sua riconferma ma contemporaneamente la licenza ad agire come gli pare, e le due cose non sono assolutamente compatibili, e aggiungo, dannose per wikipedia. Il problema è che se segnali la cosa tra i problematici (a proposito, c'è un piccolo errore, la segnalazione di amministratori problematici non è sparita, è solo stata accorpata alla segnalazione normale per utenti) ti becchi un bel blocco per abuso di pagina di servizio.

    RispondiElimina
  5. Non è un errore, infatti seguendo il link si legge chiaro che è stata accorpata. E' stata accorpata, però, proprio perché non funzionava come avrebbe dovuto funzionare e questo emerge chiaramente dalla discussione da cui è partita l'idea dell'accorpamento.
    Sappiamo della votazione in corso per la riconferma anticipata di Abisys, circostanza che si è verificata dopo che la Wikiperla era stata programmata per la pubblicazione.
    Se avessimo integrato questa novità con le considerazioni che merita, avremmo allungato troppo una Wikiperla già molto corposa. Una semplice segnalazione della votazione sarebbe invece interpretabile come una chiamata alle armi, ma questo non è - e non è mai stato - il fine delle Wikiperle. Probabilmente ne riparleremo in una prossima Wikiperla. :-)

    RispondiElimina
  6. Naturalmente da segnalare che l'intervento di Abisys è un chiaro esempio di abuso di potere, infatti l'azione di oversight non deve essere assolutamente condotta a meno che non sia soddisfatta solo e unicamente almeno una delle motivazioni sotto indicate:

    - Rimozione di informazioni personali come numeri di telefono, indirizzi, luoghi di lavoro e identità di pseudonimi o anonimi che hanno scelto volontariamente di non rendere pubblica la loro identità, oppure dati di individui pubblici che non hanno però reso pubbliche le loro informazioni personali.
    -Rimozioni di informazioni potenzialmente diffamatorie.
    -Rimozioni di violazioni di copyright, dietro richiesta della Wikimedia Foundation.
    -Occultamento di chiari attacchi intesi a denigrare, minacciare, diffamare, insultare o molestare qualcuno.

    Ovviamente quando vengono fatti da parte di vandali, il checkuser che occulta attacchi fatti da lui stesso è il colmo dei colmi, è il muto che dice al sordo che un cieco li sta guardando...

    RispondiElimina
  7. È incredibile! Ma non si rendono conto che così si rendono sempre più ridicoli e non credibili come amministratori.
    Ma sopratutto, in questo modo, privilegiando chi riempe wikipedia di corbellerie, non rendono conto di minare la credibilità stessa di Wikipedia?

    RispondiElimina
  8. scusate, mi permetto di intervenire anche se non sono un wikitrapper e non ho idea di tutte le procedure burocratiche di Wikipedia.
    Intanto sono convinto che Piero Montesacro e cumparielli sacrificati rientreranno in Wikipedia (anche se con altri pseudonimi), ma forse questa notizia non sconvolge nessuno di voi.
    E poi vorrei suggerirvi di tradurre queste pagine in inglese e di segnalarle a wikiutenti stranieri, così da creare una rete di sostegno (anche a livello internazionale) a quegli utenti ed amministratori che con loro non hanno niente a che vedere e che, anzi, si ritrovano vittime.
    Spero di essere stato chiaro... a quest'ora, per me, è difficile :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Olus, buona parte dei lettori che commentano non sono Wikitrapper. Montesacro e Pequod76 non hanno lasciato Wikipedia, si sono semplicemente deflaggati. Il tuo suggerimento è pertinente e concordiamo sull'utilità di diffondere anche in inglese certe situazioni. Il coinvolgimento della comunità. non solo italiana, è infatti lo scopo principale della nostra iniziativa. Non vogliamo sostituire una "cricca" con un'altra, vogliamo solo che la comunità partecipi maggiormente alla vita di Wikipedia, per impedire che in pochi decidano per tutti, com'è stato finora.

    RispondiElimina
  10. Ragazzi, vi voglio bene. Sul serio. PErò però... dopo l'oscena uscita di montesacro su enwiki, qualcuno ha risposto o almeno ha segnalato ai suddetti gestori di enwiki che il tipo stava dicendo un mare di idiozie?

    RispondiElimina
  11. La cricca perde i pezzi, Abisys si è dimesso:

    http://meta.wikimedia.org/w/index.php?title=Steward_requests/Permissions&diff=3193399&oldid=3193042

    RispondiElimina
  12. Come dicono gli anglofoni: what goes around comes around. Peccato che a farne le spese sia it.wiki, la wiki più partigiana del globo. Hanno allontanato molti ottimi contributori e creato un ambiente ostile, in cui chi si avvicinava e non si dimostrava fedele alla linea scappava a gambe levate. Speriamo che questi primi segnali di apertura siano confermati in futuro, anche se temo - e in questo concordo con Olus - che le dimissioni siano solo una mossa di facciata e coloro che sono usciti dalla porta rientreranno presto dalla finestra. Sembra un po' che dicano "O con noi o contro di noi". Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  13. Blackstorm se qualcuno lo avesse fatto sarebbe stato bloccato.

    Se noti, hanno evitato di bloccare la gente durante la riconferma di Montesacro per non far crescere il dissenso, e poi si sono scatenati subito dopo...

    RispondiElimina
  14. Sì, Abisys si è dimesso e non è stato meno meschino di Montesacro, lanciando un'accusa generica su qualcuno che sarebbe un sock di non si sa chi che ha votato contro di lui e contro Piero. Naturalmente si è guardato bene dal chiarire chi sarebbe questo sock, perché in realtà, sospetto, questa è solo fuffa per far credere agli altri di aver avuto ragione. Perché se da un controllo vero risultasse che non ci sia neanche un'utenza doppia che ha influenzato il voto, tutta la cagnara che si è fatta in questi giorni crollerebbe come un catstello di carte.

    RispondiElimina
  15. Non ti sara' sfuggito che tuttto ruota attorno a un gruppo di voci come http://it.wikipedia.org/wiki/Utente:Pigr8/Guerra_civile_in_Italia_(1943-1945). Avrai gia' constatato che si tratta di una denominazione minoritaria, aldila' del POV di sinistra di Montesacro e altri. Una una montagna di storiografia mainstream consolidata, tu chiamala pure ''scritta dalla parte dei vincitori'' come Pansa, compresa tutta quella in lingua estera, non parla di guerra civile.

    Si cita Pavone e altri nomi accettabili, ma l' atteggiamento degli stesori si puo' definire revisionista a cuor leggero, anzi, vicino allla memorialistica saloina nell'ispirazione. Nella bibliografia Rusconi, che dice che di guerra civile non si puo' parlare, e altri simili per controbilanciare l'impresentabile Pisano'. Hai visto il tratttamento di emarginazione e intidimadazione subito da chi ha provato ad avvicinarsi? Hai letto le dichiarazioni passate di Mastrangelo, che interpreta Wikipedia come un campo di battaglia?

    Per fare chiarezza ti chiedo: sei quindi personalmente un revisionista? L'alternagtiva e' che ti presti a fare il palo, magari in nome di ''piu' alti ideali'' come la pulizia di atteggiamenti mafiosi in wikipedia. E' cosi'?

    A me sembra che se alcuni amministratori di Wikipedia possono essere accusati di attteggiamenti precostituiti e collusori, che ho provato sulla mia pelle, Vituzzu in ispecie, sostituirli con quelli del Progetto Guerra sarebbe come mettere Giovanni Brusca al posto di Don Mariano Arena. Hai definito mafiosi Piero Montesacro e Pequod76, ora Abisys. Hai mai sentito di mafiosi che si dimettono? Io no, ma tu continui a definirli mafiosi. Il tuo, fattto di buoni da una parte e cattivi dall'altra, mi sembra un modello che non definisce bene la realta' di Wikipedia e ha bisogno di una revisione.

    E' da complottisti dire che le elezioni di tre amministratori vicini al Progetto Guerra, le PR portate avanti da Andrafox che li ha candidati, i voti contrari nelle riconferme di vecchi amministratori poco attivi, le missioni suicide di ragazzini che fino al giorno prima s'occupavano di calcio e la finta indignazione di utenti che si dichiarano ''assolutamente innocenti'', ma rifiutano qualsiasi indagine tirando in ballo le leggi dello Stato, italiano puzzano assai?

    Come hai srcitto nel blog ''E che sarà mai la carica di amministratore''? Pero' lo devi chiedere a EH101 e Pigr8, trombati alle elezioni tempo fa.. sai che EH101 e' militare di carriera? Cosa ti ricordano le barnstar largamente distribuite da Pigr8 e compagni, o meglio camerati? Come mai molti amministratori si tengono alla larga?

    Credo chje per capire le cose bisogna prikma di tutto interrogarsi sulle motivazioni di tutti. Leggi quello che scrive Abisys in merito alle dimissioni: non mi sembrano quelle di un mafioso.. Foss'anche cosi', davanti alla dignita' che dimostra, il vittimista Bonty che gli chiede le scuse dopo le dimissioni, o meglio le ''propone'' etc., non puo' che risultare un quaquaraqua' a servizio.

    Percio' la domanda che ti ho posto sopra appare ineludibile.

    RispondiElimina
  16. (cose del genere non capitano certamente tra utenti e amministratori che si occupano delle voci sui Pokemon o sugli asteroidi...).

    Sicuri? :p Ho esperienza diretta di casini del genere in voci totalmente "innocenti". Non è stato bannato nessuno perchè nessuno degli utenti coinvolti è admin, ma ho visto delle autentiche edit wars e litigi in Discussioni su argomenti leggeri come il gioco di ruolo.
    Purtroppo il potere (anche minimo) dà alla testa troppo facilmente.

    RispondiElimina
  17. Segnalo:

    http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Bar/Discussioni/Un_amministratore_%C3%A8_o_non_%C3%A8_un_utente_come_gli_altri%3F

    L'utente Eddie619, mentre il soffocante clima dei giorni precedenti è ancora avvertibile, apre una più che legittima discussione al bar per esporre i suoi dubbi e sentire il parere della comunità. Risultato: l'utente è attaccato, sbeffeggiato, accusato. Vergognoso l'atteggiamento di Koji, che al suo quarto intervento già vede l'utente in malafede ("Trovo alquanto strana la tua posizione..."), vergognoso soprattutto se lo si paragona ad altri admin intervenuti nella discussione e ai loro post pacati e costruttivi, indipendentemente dalle loro opinioni a riguardo (nicolabel, torsolo...). Koji arriva addirittura a proporre l'improponibile: cancellare la discussione in immediata fingendo velatamente l'esistenza di un consenso ("se non ci sono opposizioni cancellerei questa pagina per C1") che ovviamente non c'è, tantomeno per cancellare in C1 (vedi la giusta risposta di Bonty). Come va a finire? Che Doc.mari, alle due di notte, chiude e protegge dalle modifiche la pagina, azione assolutamente inusuale per una discussione al bar. Motivo? Boh......

    RispondiElimina
  18. Mah, Schwalbe, io ho visto questo tram tram della guerra civile e non mi sembra tutta questa gran tragedia che stanno facendo. La voce anzi mi sembra ben fatta, e certamente degna di stare lì come quelle sui Pokemon e le pornostar.

    Poi il tanto criticato progetto guerra ha portato decine di voci in vetrina. Quante ne hanno portate Vituzzo, Piero Montesacro (a parte le schifezze sulla Corsica) e Abisis? Poi non hanno mai cacciato nessuno, a differenza della Wikimafia...

    Ma poi che c'entra che uno di loro è militare di carriera? C'è qualcosa di male?

    RispondiElimina
  19. schwalbe, a parte l'intervento chilometrico (e già questa la considero una cosa scorretta) non si capisce dove vuoi andare a parare. Quale sarebbe il problema. A parte alcune accuse anche un po' meschine (uno sarebbe militare di carriera, e allora?), sembri solamente cercare di fare un po' di cagnara per confondere le acque e suggerire che la wikimafia non è poi peggio degli altri. Fai l'esempio della voce sulla guerra civile e peggio non potevi cadere. Se noti, quella voce nemmeno esiste, perché da mesi è confinata in una sottopagina utente e da lì non la fanno uscire, usando ogni genere di scusa. Eppure tu stesso affermi che la storiografia accetta quel termine. Minoritario o meno quel termine è usato in storiografia, e tanto basta a fugare ogni dubbio di enciclopedicità. Come al solito il doppiopesismo: se una voce è a favore di una certa ideologia, vituzzu e compagnia sono pronti ad accettarla con due articoli di cronaca striminziti come fonte, mentre se una voce è contro la loro ideologia non basta una poderosa bibliografia per poterla pubblicare.

    RispondiElimina
  20. Percio' la domanda che ti ho posto sopra appare ineludibile.

    Schwalbe, quale sarebbe la domanda "ineludibile"? Ne hai poste diverse.
    In ogni caso, tentare di spostare l'oggetto della questione non funziona (è anche un vecchio trucco, tra l'altro, aggiornati).

    Qui, se ti fosse sfuggito, stiamo mostrando gli abusi e le irregolarità che si sono consumati nel corso di questi anni.
    Quindi la domanda semmai potrebbe essere un'altra: Montesacro e amichetti hanno commesso abusi e irregolarità, sì o no?
    La risposta è sì. E li abbiamo documentati.
    Il resto sono chiacchere da bar, ma noi ci occupiamo di altro e non abbiamo intenzione di farci trascinare in mere questioni politiche o personali.

    RispondiElimina
  21. Non conoscevo questo blog, interessante!

    RispondiElimina
  22. A parte che non c'entra niente con l'argomento di questa pagina, comunque dato che hai tirato in ballo la questione.
    Di guerra civile non si può parlare ? E chi lo ha deciso tu ? Qui vedo una dispensa dell'università di perugia (postata a suo tempo da Andreafox) che giustifica eccome il termine “guerra civile” oltre agli altri autori che hai già citato.

    Chi ha mai parlato di sostituire Vituzzu con Pigr8 ? Per quanto mi riguarda Pigr8 è un ottimo contributore ma assolutamente inadatto a fare l'admin esattamente come Vituzzu. A me va bene gente equilibrata tipo Ribbeck o Eumolpa che visto il consenso in discussione applicano le regole. EH101 è un militare in carriera ? Ottimo sarà un esperto sulle voci riguardanti la guerra. EH101 e Pigr8 non hanno passato le elezioni, embè ? È consentito dalle regole non passare le elezioni. Mentre non è consentito fare 10 megabyte di pagine di discussione per voler essere eletti per forza o andare a scassare le palle nelle talk degli utenti o andare a piangere alla wikimedia foundation senza linkare uno straccio di prova.

    Piero Montesacro si è dimesso quando s'è visto con le spalle al muro con quasi 50 voti contrari, pertanto non si è dimesso, è stato cacciato via. Sarebbe stato da apprezzare se si fosse dimesso 3 o 4 anni fa. Da apprezzare l'intervento di Pequod semmai, assolutamente inadatto a fare l'amministratore. Abisys era il minimo che potesse fare dopo volere passare a rassegna 5640 confronti su 200.000 edit perché (secondo lui) Montesacro è innocente e chi vota contro è sicuramente in malafede. Mafioso è il modo con cui vengono tormentati gli utenti che esprimono il proprio pensiero di sdegno, mafioso è il modo in cui è stato cacciato via Neperiano , mafioso è stato il modo con cui è stato cacciato via Mastrangelo . Si, Mastrangelo è stato infinitato, quando le regole prevedono la Votazione di messa al bando.

    Interrogarsi sulle motivazioni di tutti ? Che bisogna rispondere alla motivazione che la parte buona di wikipedia deve eliminare la parte cattiva ? E chi lo decide chi è la parte buona e la parte cattiva ? Tu ?

    Al quaquaraquà a servizio ti rispondo con un pernacchione: prrrrrrrrrrr !!!

    RispondiElimina
  23. @Schwalbe.
    Come ti è stato già evidenziato, il nostro scopo non è quello di sostituire una cosiddetta cricca con una qualsiasi altra cricca ma è quello di aumentare la consapevolezza della comunità (ossia di quelle centinaia di utenti e migliaia di lettori che pur contribuendo sodo non si interessano alle vicende interne di Wikipedia) su quanto accade alle loro spalle.
    Siamo convinti che se alle discussioni e alle votazioni partecipassero molti più utenti dei soliti quattro gatti, probabilmente gli abusi si ridurrebbero al lumicino e sarebbe ben difficile creare centri di potere.
    Quindi, se c'è o meno un gruppo di utenti aderenti a un determinato progetto che fanno fronte comune contro altri utenti è una questione che ci interessa marginalmente.
    O meglio: ci interessa nella misura in cui ciò dimostra che su Wikipedia c'è qualcosa che funziona molto male e pertanto si generano azioni sbagliate e inevitabili reazioni.
    EH101 è un militare di carriera? Tanto di rispetto. Sarebbe preoccupante se fosse un terrorista o un delinquente, ma fino a prova contraria un militare di carriera è persona di assoluto rispetto come qualsiasi altro onesto lavoratore.
    Lasciamo perdere le insinuazioni su barnstar e simili: sono poco più che goliardate che esprimono semplicemente entusiasmo e passione. Se vedessimo un minimo richiamo a logiche nazifasciste saremmo i primi a evidenziarlo come abbiamo sempre fatto su Perle con tutte le derive negazioniste e antisemite che abbiamo trovato (anche su Wiki).
    Del resto, il tuo stesso nick, se letto con spirito maligno, si presterebbe a analoghe fantasticherie: non è forse un termine tedesco che significa rondine, speranza? Non è forse il nome di un famoso velivolo da caccia nazista costruito con la speranza di capovolgere le sorti della guerra?
    :-)

    RispondiElimina
  24. Nella dispensa citata da trapperzero7 c'è una citazione di Rusconi:

    “Nella guerra civile – ha scritto Rusconi – si scontrano due progetti di costruzione della nazione tra loro incompatibili”.

    Qui c'è il testo completo, c'è scritto anche "la «guerra civile» della Resistenza non è uno stigma da dissimulare o negare"

    Quindi quando schwalbe afferma "Nella bibliografia Rusconi, che dice che di guerra civile non si puo' parlare" dice il falso

    E' con questo genere di falsificazioni che è stato fatto fuori Emanuele Mastrangelo.

    RispondiElimina
  25. Ma questa "gente", tali admin, mi chiedo: cosa fanno nella vita? A leggerli mi paiono poveri disgraziati che per realizzarsi in qualcosa si aggrappano a queste cose che dovrebbero essere affrontate con TUTT'ALTRO sprito. Davvero triste leggere tutto ciò. Se queste persone, nel piccolo, sono così, non oso immaginare cosa potrebbero combinare in un contesto "serio" come in un posto pubblico...

    RispondiElimina

NB! Tutti i messaggi sono sottoposti a moderazione: quelli giudicati non idonei verranno eliminati senza alcun avviso né risposta.

Non è necessario frazionare lunghi commenti in più parti per limiti di testo, ma ti chiediamo di essere il più sintetico possibile. Grazie della collaborazione.

Ricorda che puoi utilizzare soltanto i seguenti tag HTML: <b> o <strong>, <i> o <em> e <a>.